Archivio mensile:febbraio 2016

L’essenziale è misurabile

imagesSarà capitato a molti, tra dirigenti e docenti della scuola, di assistere a conferenze di servizio, a convegni o a seminari in cui illustri rappresentanti del MIUR o degli UUSSRR presentano le nuove opportunità offerte dalla Legge 107 e dal Sistema Nazionale di Valutazione. Da settembre a questa parte, quando ho assistito personalmente a questo tipo di eventi o quando mi sono fatto riferire da altri, sono arrivato sempre alla conclusione che i casi sono due: o la scuola reale non capisce nulla di scuola, oppure la scuola degli apparati non “vede” la scuola reale.
C’è un mantra che la scuola degli apparati ripete continuamente, e forse la scuola reale non riesce a capirlo: solo ciò che è misurabile è migliorabile. Sul migliorabile chi potrebbe contestare? Alzi la mano chi non vorrebbe che le cose migliorino. Però io tutte le mattine in classe riesco a migliorare il clima relazionale che c’è tra i miei alunni, ma per far questo non ho avuto bisogno di “misurarlo”. Anche il gusto per la poesia dei miei alunni riesco a migliorare, ma non posso giurare di averlo fatto sulla base di una “misura”. La misura è oggettiva, io per fortuna non sono che un soggetto. Leggi il resto di questa voce

Annunci