In piazza per la scuola pubblica

Dicono che eravamo circa tremila il 12 marzo a Piazza Verdi. E’ stata una buona rimpatriata, ma organizzata male. Chi ha organizzato si è limitato a predisporre un debolissimo altoparlante attorno al quale potevano ascoltare non più di una cinquantina di persone. Gli altri bivaccavano conversando tra di loro. Atto di mera presenza. E’ mancato un palco con un’amplificazione seria.

C’era tanta scuola pubblica ma poca cittadinanza. Segno eloquente che a Palermo il cittadino coincide in larga misura con l’intellettuale, di cui l’insegnante è una specificità. Il resto è mera sudditanza, per la quale la Costituzione è un concetto astratto.

Annunci

Informazioni su Muraglia

Insegnante, blogger di servizio

Pubblicato il marzo 14, 2011 su Educazione e scuola. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: